Adesso scenderanno i mercati?

CONSIGLI OPERATIVI   di   Graziano Campagna

Dopo i nuovi massimi storici degli indici americani tutti ripetono le stesse due domande:

Ma chi compra a questi livelli?

Ma ora scenderanno i mercati?

A comprare ci sono sempre in parte i piccoli risparmiatori, in parte le banche centrali, e in parte coloro che come già spiegato con un calcolo quantitativo e con delle liquidità straordinarie congestionano il mercato per incassare somme esorbitanti su opzioni in generale comprese le put vendute allo scoperto. L’evidenza di questa ultima concreta opzione la si potrà notare dal fatto che da quando vi è stato il brexit i mercati senza sosta sono saliti sempre. Era già tutto ben predisposto dai soliti principali attori del mercati finanziari con registi vari.
I mercati non scenderanno a breve fermo restando il principio della volatilità che aumenterà a seguire. Prepariamoci ad un’altra escursione al rialzo degli indici americani nelle prossime settimane.

Mercati finanziari, cosa succede ancora?

CONSIGLI OPERATIVI   di   Graziano Campagna

Per chi ha seguito i miei precedenti consigli sulla liquidazione di posizione azionarie si può ipotizzare un rientro con un 20 % sui mercati azionari della liquidità disinvestita per beneficiare della fase di lateralità che seguirà nei mesi a venire. Pertanto ci saranno solo benefici nei prossimi anni solo per i veri professionisti del settore.

Attenti alla speculazione!

CONSIGLI OPERATIVI   di   Campagna Graziano

Rispondo ai tanti che mi chiedono come mai i mercati finanziari continuino a salire pur nel clima di notizie negative che oramai da inizio anno inondano le piazze di tutto il mondo. Ebbene premesso che bisogna stare lontani dai mercati azionari, come già detto in altri miei articoli, manipolati dalla speculazione di insiders e poteri forti, vi spiego il perchè di questi rialzi:

Al momento l’indice che calcola le posizioni short sui mercati finanziari è ai massimi; vuol dire che sul mercato ci sono già da settimane la maggior parte degli operatori che hanno puntato al ribasso. Essi non hanno sbagliato per quella che è la situazione economica mondiale. Purtroppo si scontrano con i poteri forti che fanno capo sopratutto a uomini ebrei come ben risaputo che in questi mercati con un calcolo quantitativo si possono permettere di spingere un indice, un azione o una valuta dove vogliono. Vedi link interessantissimo su George Soros (Oggetto di un mandato di cattura da parte del grande Presidente Putin, condannato all’ergastolo in Indonesia, condannato alla pena di morte in Malesia, condannato in Francia per insider trading e pare ricercato sempre per insider trading in USA).

E’ lui a condizionare anche in queste fasi il mercato? Forse si, ma io ritengo non sia l’unico; l’apparato è certamente piu’ grande e si avvale di pedine politiche e finanziarie collocate nei posti giusti (Yellen, Draghi, Goldman Sachs, JP Morgan, etc.) il connotato per tutti è essere ebrei o aver lavorato con loro. Tecnicamente adesso avviene che a questi livelli sui mercati finanziari c’è chi compra disperatamente per chiudere le posizioni short e chi compra il sottostante nominativo di grandi titoli azionari per poi contestualmente shortare al ribasso derivati con leve esagerate. Per essere piu’ pratici guardiamo il grafico sottostante sull’ S&P, dove si evidenziano movimenti di discesa sempre molto repentini; vuol dire che quando i poteri forti che hanno messo in atto la strategia spiegata rivendono velocemente e spesso con programmi automatici lo stesso sottostante che hanno comprato a livelli alti, vanno ad incassare sul ribasso quantità enormi di denaro per l’uso fatto della leva finanziaria. Come si può evidenziare negli ultimi due anni vengono messe in atto queste strategie con un preciso calcolo quantitativo, utilizzando masse liquide enormi e un crudele cinismo, disastrando i risparmi di tante persone, operatori, banche. Le banche e solo esse stranamente vengono poi salvate o supportate come sappiamo dalla BCE. Pertanto spero di essere stato chiaro e ancora vi invito a liquidare qualsiasi posizione azionaria se pur ci possano essere margini di apprezzamento di qualche punto percentuale durante l’anno.

Mercati Finanziari Americani

CONSIGLI OPERATIVI   di   Campagna Graziano

Mercati finanziari Americani ed europei

Scrivo subito questo articolo sollecitato da coloro che hanno seguito i miei consigli di ieri di vendere oggi dopo le parole di Draghi per informarli su quali livelli chiudere queste posizioni short entro il mese di Marzo: Nasdaq 4170. Dax 9300/9350. In sintesi tutti gli altri listini in parallelo con i prezzi indicati su Dax e Nasdaq.
Leggi mio commento su decisioni di Draghi

Mercati finanziari Americani

In dicembre il consiglio era stato di vendere. Nel mese di Gennaio e Febbraio sulla violenta discesa si sono ripresentate occasioni di acquisto che vanno liquidate entro domani Giovedi 10 Marzo subito dopo l’intervento di Draghi. Il movimento di qui ai prossimi mesi sarà laterale con possibilità di acquisto e vendita determinato all’interno di una banda percentuale definita.

Mercati finanziari Europei

Idem come per i mercati americani

Petrolio
Zona 40/42 shortare. Tendenzialmente anche il petrolio avrà una fase laterale di quotazione. Buone opportunità per speculare.

Gold
Il trend sicuramente è di rialzo come da me anticipato in Dicembre 2015 quando ho dato segnali di acquisto. Fase laterale anche per il Gold.

Mercati Finanziari

CONSIGLI OPERATIVI   di   Campagna Graziano

Mercati finanziari Americani: Vendere
Motivi: Il Nasdaq depurato della bolla del Marzo del 2000 è agli stramassimi storici cosi come lo Standard & Poors e il Dow Jones. La memoria sui mercati finanziari è sempre corta; da non dimenticare però come il 24 Agosto scorso il Nasdaq è stato sospeso per eccesso di ribasso a – 10%. Il solito intervento della FED con oltre 500 mld di Dollari ha frenato la discesa.

Mercati finanziari Europei: Vendere
Motivi: I mercati sono drogati da flussi di liquidità della BCE. Fondamentalmente e tecnicamente hanno spazi ulteriori di apprezzamento risicati, ma con elevati rischi di ritracciamenti repentini

Petrolio: Flat
Motivi: Attendere l’esaurirsi della fase ribassista speculativa. Ottima zona di accumulo in buy da 35 a 40 Usd.

Gold: Flat
Motivi: Siamo oramai vicino all’esaurirsi della fase speculativa al ribasso. Da programmare a breve primi ingressi a ridosso della zona 1040.

EUR/USD

CONSIGLI di Campagna Graziano

Buy EUR/USD da zona 1.03 fino a zona 0.95. Possibile rottura break sotto la parità ma sarà solo tecnica e sarà un ottima opportunità di acquisto con target da stabilire.

Goldman Sachs da un target 2017 a 0.80. Link qui

COMMENTO di Campagna Graziano
Solito target dato ai minimi storici degli ultimi anni (vedi data) che suona di manipolazione poco credibile sotto il profilo tecnico e fondamentale.
Consiglio: LONG dai livelli prima esposti.